(di redazione) –

Domani scadrà il termine per definire i rimborsi ai risparmiatori coinvolti nel salvataggio di Banca Marche, Banca Etruria, Carichieti e Carife, ma dal Governo non è finora giunta alcuna notizia e gli obbligazionisti rimangono ancora senza risposte.

“L’unica cosa certa in questa vicenda è che il Governo ha fatto una pessima figura – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Ancora una volta gli interessi delle banche diventano la priorità assoluta dell’esecutivo, in un classico rimpallo di responsabilità all’italiana. Ai risparmiatori non resta dunque altra via che il ricorso alla giustizia, facendo valere in tribunale le proprie ragioni.

Nei prossimi giorni partiranno le prime 20 cause pilota patrocinate dal Codacons per conto di obbligazionisti che hanno visto azzerato il valore dei propri titoli – prosegue Rienzi – e migliaia potrebbero essere presentate nei prossimi mesi, considerato che la nostra associazione ha raccolto il maggior numero di risparmiatori traditi su tutto il territorio nazionale”.